Come Fare uno Scrub con Sale Marino Grosso

Se ti accorgi, all’ultimo momento, che il contenitore dello scrub che sei solita usare, quando ti fai la doccia, è completamente vuoto, non disperarti! E’ l’occasione buona per utilizzare uno scrub naturale che hai in casa e di cui forse non conosci ancora l’utilità. Leggi la guida.

Recati in cucina e prendi la scatola del sale grosso. Sì, hai inteso proprio bene!.. E’ il sale marino che metti nella pentola dell’acqua prima che vi cali la pasta. Riempi una tazza da latte e aggiungi un po’ di acqua calda. Fanne un impasto abbastanza denso. Il tuo scrub economico è bello che pronto!.

Entra nella vasca da bagno e apri l’erogatore acqua della doccia. Quindi irrora e bagna tutto il corpo. A operazione completata, chiudi il getto d’acqua e rimetti in sede l’erogatore. Preleva ora dalla tazza una bella manciata di sale e spalmalo con movimenti circolari sulla pelle, cominciando dai piedi e salendo via via, in progressione.

Friziona con delicatezza tutte le parti, evitando però le zone relative al collo, al seno e ai genitali. Più massaggerai e più riattiverai la circolazione. eliminando altresì molte cellule morte. Una volta terminati i massaggi, riapri l’erogatore della doccia. Dirigi il getto sulle zone dove hai asperso l’impasto di sale.

Risciacqua con accuratezza e fuoriesci dalla vasca, indossando un caldo accappatoio. Friziona vigorosamente la tua pelle per una buona asciugatura e poi raggiungi il letto. Una volta qui, infilati sotto le coperte e attendi la sudorazione. Man mano ne avvertirai l’aumento. Non preoccuparti: sei in fase di eliminazione delle tossine della pelle.

Come Fare uno Shampoo Colorante in Casa

Se sei arrivata a leggere questa guida significa che hai bisogno di qualche dritta per effettuare una colorazione nel miglior modo possibile. Gli accorgimenti da seguire non sono moltissimi, anche se avrai bisogno di un po’ di pratica prima di diventare bravissima.

Il primo passo importante, che crea inevitabilmente il dilemma nella testa di ogni donna, è quello di scegliere lo shampoo adatto e la colorazione che si desidera. Fortunatamente, il vasto mercato ti viene incontro in questo; troverai, di certo, quello che fa per te in qualsiasi supermercato, spendendo una cifra che varia dai 5 ai 12 euro. Risulta essere importante, poi, decidere se si vuole una colorazione con ammoniaca o senza ammoniaca, ma questo puoi saperlo solo tu, in quanto, su alcuni tipi di capello la colorazione senza ammoniaca non dona gli effetti desiderati.

Se, poi, ti manca anche il pennello apposito, recati in una profumeria o dalla tua parrucchiera e fatti consigliare, dal momento che è molto meglio distribuire lo shampoo con esso che non direttamente con le mani. Nella confezione dello shampoo è compreso tutto il resto (dai guanti al trattamento post shampoo) per cui, non dovrai sostenere nessun altra spesa.

Vestiti con dei vestiti che non usi più, per evitare che eventuali gocce di colore vadano a macchiare irrimediabilmente un vestito buono, poi, metti attorno al collo l’asciugamano per proteggere la pelle il più possibile dal colore. Togli, ovviamente, eventuali orecchini e collane. Mettiti i guanti ed apri la confezione.

Qui ci troverai, generalmente, un flacone di latte rilevatore che devi aprire per versarvi all’interno, facendo la massima attenzione, il contenuto del tubo di crema colorante. Richiudi il tutto ed agita il flacone in modo che il colore si uniformi del tutto. Apri, quindi, il beccuccio e preparati all’operazione vera e propria.

Versa il contenuto (non tutto ma ne basta per iniziare una piccola parte) all’interno della tazza e mescola pian piano con il pennello. Sulle indicazioni c’è scritto di applicare su capelli inumiditi; personalmente, consiglio l’applicazione sul capello asciutto. In questo modo, si evitano spiacevoli gocce che colano ed il lavoro risulta più semplice e pulito, oltre al fatto che il colore prende un po’ meglio.

Dividi i capelli in piccole ciocche e passaci il colore, dalla radice verso la punta, avendo cura di distribuirlo in modo uniforme. Ti consiglio di iniziare sempre da un lato (tenendo l’altro legato, magari con un elastico) e di iniziare dalla parte superiore. Le ciocche che farai le legherai, poi, sulla testa con un mollettone. Una volta che avrai fatto il tutto, per tutta la testa, distribuisci lo shampoo rimanente e massaggia dolcemente su tutta la testa.

Se invece che tutta la capigliatura ti interessa applicare il colore solo sulla ricrescita applicalo sempre a ciocche, interessando solo la parte iniziale del capello e lascia poi agire all’incirca un quarto d’ora (in presenza di capelli bianchi ti consiglio di prolungare sempre il tempo di posa almeno di 5 minuti). Per il colore che eventualmente ti è rimasto sulla pelle circostante (a volte capita nelle vicinanze delle orecchie e sulla fronte all’attaccatura dei capelli), prendi un asciugamano in spugna e bagnalo con dell’acqua calda. Strofina leggermente ed il colore dovrebbe andar via. Se è un po’ ostinato, utilizza un goccio di alcol.

Come Recuperare l’Acqua Piovana

Un atteggiamento a supporto dell’ambiente che sta prendendo piede nel paese è quello legato alla riduzione dell’utilizzo dell’acqua. Per poter economizzare su una risorsa naturale di questo tipo vi sono vari sistemi e uno di questi è quello di recuperare acqua piovana. Questa può essere utilizzata in modi diversi, per bagnare le piante ma anche per ottenere acqua demineralizzata seguendo questa guida su Casalingaperfetta.com. Vediamo come recuperarla.

Occorrente
Una cisterna da 500 litri in polietilene
Una pompa elettrica per la distribuzione
Un raccordo per grondaie con filtro
Tubo in gomma con raccordi

Il primo passo da fare se vuoi veramente economizzare su una risorsa come l’acqua è quello di procurarti una cisterna in materiale adatto alla conservazione di acqua e alimenti. In commercio ne esistono di vario genere, capaci di contenere dai 200 ai 500 litri di liquido.

Il secondo passo importante è la scelta del luogo dove riciclare l’acqua. Un ideale punto di raccolta può essere la parte terminale di una grondaia, da dove sgorga acqua che spesso finisce dispersa nell’ambiente. Procurati anche un filtro con l’inserimento standard nel tubo terminale della grondaia stessa e montala seguendo le indicazioni del produttore.

Ora hai quasi terminato il tuo piccolo impianto e non ti rimane che procurarti una pompa elettrica per la distribuzione e veicolazione dell’acqua, simile a quelle utilizzate per i camper o in agricoltura. Quando la cisterna è piena, basta collocare la pompa al posto del tappo di chiusura e collegare un tubo di raccordo in gomma per potere utilizzare l’acqua recuperata a fini di pulizia o giardinaggio.

Come Fare un Lucida Gomme per Auto

Ci sono una marea di prodotti per lucidare le gomme della propria auto, ma hanno costi e efficienza diversi, ecco perchè ho creato questa guida per insegnarvi come creare un lucida gomme fatto da voi in casa e molto più efficiente ed economico di tutti i prodotti esistenti in commercio.

Come prima cosa cerchiamo di trovare un contenitore spray oppure uno di quei contenitori che contengono del detersivo per lavare i vetri, insomma uno spruzzino, se non riuscite a trovarlo, allora procuratevi un barattolo con un pennello medio. Uno di questi due oggetti sarà il contenitore del vostro lucida gomme.

A questo punto procuriamoci dell’acqua distillata, possiamo trovarla nello scarico di un deumidificatore, oppure l’acqua che rimane nel ferro da stiro dopo l’uso, quindi procuratevi l’acqua distillata. Se non avete a disposizione quest’acqua, allora prendete un pentolino, e fate bollire per qualche minuto dell’acqua normale.

Versiamo l’acqua nel contenitore che noi abbiamo scelto, se avete fatto bollire dell’acqua normale, facciamo prima raffreddare. In fine prendiamo un cucchiaio da cucina di semplicissimo zucchero, lo mescoliamo con l’acqua, e agitiamo animatamente per qualche minuto. Spruzzate o pennellate sulla gomma e vedrete il risultato.

Come Fare un Maschera Viso al Cacao Illuminante

Fatti una golosa maschera al cacao per illuminare il tuo viso spento. Risulta essere molto buona e molto facile da fare. L’unica cosa è che non devi tentare di mangiarla. Risulta essere molto tentatrice questa maschera e per di più ha anche un bel colorito.

Occorrente
1 cucchiaino cacao amaro in polvere
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di yogurt bianco

In questa maschera bastano solo questi tre ingredienti (cacao amaro,yogurt bianco e miele) perchè fanno tutti e tre bene per la pelle, il cacao amaro è nutriente e idratante e inoltre ha antiossidanti che fanno bene alla pelle visto che assorbono i radicali libero che sono la causa dell’invecchiamento della pelle.

Lo yogurt dona colorito alla pelle, riequilibra il PH e la rende più morbida.
Gli zuccheri del il miele sono molto nutrienti e idratanti per la pelle.
Allora per fare la maschera bisogna prendere questi tre ingredienti e metterli in una ciotolina e mescolare finché i tre ingredienti non si saranno amalgamati per bene.

Poi con le mani o un pennello mettila sul viso evitando il contorno occhi, gli occhi, il contorno labbra e sulle labbra.
Lasciala agire per 15-20 minuti e dopo sciacquati con acqua tiepida.
Avrai un pelle morbida, idratata e luminosa è adatta per tutti i tipi di pelle soprattutto per la pelle mista.

Copyright Upperpad 2019
Shale theme by Siteturner