Come Arredare un Ufficio

Hai un nuovo ufficio? Anzi, una sola una stanza ed una semplice scrivania tra due pareti? Non importa, qualsiasi sia il tuo luogo di lavoro è il caso di arredarlo al meglio per rendere l’ambiente più confortevole per te e più invitante per i tuoi clienti.

L’arredamento. Ogni attività lavorativa ha un arredamento specifico. Si può parlare di arredare uno studio medico, un ufficio di assicurazioni, un’agenzia immobiliare e così via. L’arredamento deve essere scelto, infatti, in base alle proprie esigenze. Un medico, ad esempio, prenderà un lettino, l’attrezzatura professionale, sceglierà le pareti bianche e appenderà sul muro la laurea in medicina ed eventuali specializzazioni.

Avere una scrivania, qualsiasi tipo di ufficio tu occupi, è la base per arredare per bene il luogo di lavoro. Sceglila di un colore chiaro, che si abbini magari al colore della porta o degli infissi delle finestre. Poni la scrivania in un luogo luminoso, evitando però che la luce ti sia proprio di fronte, perchè potrebbe darti fastidio. Sul tuo piano di lavoro devi tenere ovviamente le cose che ti servono: carta e penna sempre a portata di mano; un portatile per tenere sotto controllo appuntamenti, richieste, clienti e così via; una lampada per i giorni grigi e la sera.

Dare colore. Risulta essere importante che il cliente si senta a suo agio quando viene da te. Cerca, quindi, di rendere l’ambiente più vivo e meno sterile ed asettico. Puoi mettere qualche pianta nell’ufficio o un vasetto con dei fiori sulla tua scrivania. Alle pareti sarebbe il caso di appendere anche qualche quadro.

La comodità. Non dimenticare che devi stare comodo quando lavori e anche i tuoi clienti devono esserlo. Se c’è una sala d’attesa, arredala con poltrone o divanetti, aggiungi anche lì una pianta per dare colore. Scegli un tavolino basso e non troppo grande, dove puoi poggiare riviste che intrattengano i clienti mentre aspettano. Un’altra cosa carina sarebbe tenere un vassoietto con qualche caramella e qualche cioccolatino, così da offrirla sia ai bambini, che potrebbero venire con i genitori, sia agli stessi clienti. Nell’ufficio vero e proprio per te scegli una sedia comoda, ma evita quelle di pelle perchè fanno sudare d’estate e sono fredde d’inverno. Anche chi ti sta di fronte dall’altro lato della scrivania deve stare comodo. Scegli, quindi, con cura anche le sedie per i clienti.

Come Nascondere il Numero da Telefono Fisso

Volete mantenere la vostra privacy, evitando che il vostro numero di telefono fisso compaia altrui? Ecco la soluzione che stavate cercando

Basta utilizzare questa semplice procedura che abbiamo trovato sul sito Iltelefonico.com.

Primo passo è assicurarsi che il vostro gestore sia Telecom. A questo punto prima di comporre il numero da voi desiderato è necessario compiere un’operazione precedente.

Digitate questo codice *67#. Di seguito digitate sulla tastiera del vostro telefono fisso il numero che desiderate chiamare.

L’utente da voi chiamato visualizzerà sullo schermo del suo telefono la scritta anonimo o privato, rispettando così la vostra privacy.

Come Arredare una Camera in Stile Orientale

Un arredamento in stile orientale, se ne amiamo la filosofia che lo abita, è sicuramente bello da vedersi e comodo, rilassante da viversi. Per creare questo tipo di ambiente è necessario fare molta attenzione alle scelte stilistiche, perchè nonostante si tratti di un arredamento minimalista i particolari contano molto. Di seguito cercherò di delineare i tratti essenziali da seguire per chi vuole ottenere una camera in rigoroso oriental style.

Una camera in stile orientale è basata sulla filosofia che da sempre rappresenta questa cultura: una filosofia che tende al benessere del corpo e della mente in relazione al mondo circostante. Di conseguenza dovrai creare un ambiente armonioso e piacevole, con linee semplici e ordine, basato sul contatto con la natura. Per realizzare questo usa materiali naturali tipo carta, legno, bambù, tatami giapponese, realizzato con paglia di riso pressata e giunco.

L’arredamento deve essere di tipo minimale con mobili che si sviluppano soprattutto verso il basso. Gli aspetti decorativi puoi ottenerli semplicemente con i tessuti, altrimenti non è indicato nessun’altro tipo di decorazione, soprattutto per le pareti. Per abbellire e vivacizzare puoi ornare il mobilio con vasi cinesi o giapponesi in porcellana dai decori policromi, contenenti rami secchi o canne di bambù, ma anche bonsai.

Per quanto riguarda la tappezzeria e quindi i tessuti per la tua camera in stile orientale, scegli cuscini colorati in pura seta o cotone, stropicciati o lucidi. I colori che avrà la tua stanza, in termini di cuscini, copri letto, tendaggi ecc. devono essere orientati su rosso, arancione, rosa pesca, marrone, un giallo chiaro potrebbe invece andar bene per le pareti. Se comunque la tua stanza è molo luminosa puoi osare di più e dipingere le parti anche di arancione.

Per quanto riguarda la luce scegli lampade in materiali grezzi, ad esempio con paralume in carta di bambù più o meno colorato, lampade con piedistallo in ferro e involucro in carta di riso, oppure lampade con supporto in legno intagliato. Per creare l’atmosfera giusta puoi inoltre utilizzare del pout pourri o delle candele profumate, le essenze più indicate sono fiori di ciliegio, uva, arancio, mandarino. Va benissimo anche l’incenso giapponese alla lavanda e al sandalo. In stile è anche l’utilizzo di un grande tappeto, su cui gettare dei cuscini, sempre nelle tonalità sopra indicate e l’uso di drappeggi per quanto riguarda le tende.

Per quanto riguarda il letto scegline uno con struttura molto bassa e testata imbottita di tessuto. Il legno può variare da legno massello di faggio, a legno di abete o rovere; generalmente i letti orientali sono essenziali nello stile, completamente ad incastro, senza viti e parti metalliche. Per quanto riguarda l’armadio ne esiste un tipo chiamato Washi tutto in legno composto da ante scorrevoli, molto adatto per questo tipo di camera.

Adattissimo il mobile polifunzionale denominato “Tetris” che, essendo composto da pezzi scomponibili in legno massiccio, può assumere funzioni diverse: tavolino, piano d’appoggio, pensile, sedia, ottimizzando lo spazio a tua disposizione. Per dare un tocco in più alla tua camera puoi scegliere di inserire nell’arredamento mobiletti cinesi d’epoca, decorati e laccati oppure un bel paravento orientale da collocare in un angolo della stanza.

Come Arredare una Stanza in Stile Marino

Quante volte noi amanti del mare abbiamo sognato di trasferirci ed abitare in spiaggia? Non avendo ancora la possibilità di farlo davvero, ecco nel frattempo una guida realizzata apposta per voi per creare nella vostra stanza da letto un tipico ambiente marino.

Come precedentemente accennato nell’introduzione seguendo alcune semplici regole basi per arredare e decorare la vostra stanza da letto otterrete un perfetto “stile marino”. Iniziate quindi dal procurarvi un copri-piumone e coprifedere dai motivi marini: potrete scegliere conchiglie, velieri, pesci o spiagge a seconda dei propri gusti.

Sul comodino vicino al letto potete invece posizionare, di fianco alla vostra sveglia, un bellissimo esemplare di corallo (non necessariamente vero) insieme a qualche candela alternata dai colori tipicamente marinari: il bianco e il blu. Sulla vostra libreria potrete invece posizionare dei contenitori di vetro riempiti con della finissima sabbia chiara, che fungeranno da ferma-libro.

Fondamentale per un ottimo clima che richiami il mare sarà anche un piccolo acquario con qualche coloratissimo pesce, che vi costerà davvero poco tempo ed energie accudire. Per completare il nostro “clima acquatico” sono altrettanto importanti piccoli dettagli come la presenza di conchiglie disposte in piccole ciotole, tende e tappeti a tema e, perché no, un fantastico cappello da marinaio appeso alla vostra parete.

Come Arricchire il Proprio Vocabolario

Conoscere molti termini è molto importante ed utile, ti permette di avere un’ottima padronanza del linguaggio con cui ti esprimi per capire e farti capire senza alcun problema, perchè una parola fuori posto può fare davvero la differenza. In questa guida ti insegnerò un metodo per imparare nuovi vocaboli in poco tempo.

Ci sono molti metodi che ti permettono di imparare vocaboli nuovi, uno di questi è ad esempio la lettura di libri o altro, ma leggendo non sempre incontriamo termini a noi sconosciuti, dunque impararne di nuovi diventa un’operazione lunga e quasi impossibile. Se vuoi imparare in breve tempo ti consiglio di provare il mio infallibile metodo.

Per prima cosa recati in cartoleria e acquista una rubrica telefonica di formato piccolo, in modo da portarla facilmente con te. Inizia poi a fare attenzione, quando dialoghi, ai termini che usi, notando quelli che utilizzi con frequenza e magari a volte anche inadeguatamente. Trascrivile poi sulla piccola rubrica che hai acquistato, naturalmente inserendo ognuna di esse nell’apposita lettera corrispondente.

Armati di dizionario e dizionario dei sinonimi e contrari, sul dizionario ricerca ogni termine, controllandone l’ortografia e il significato, in modo da accertarti di utilizzarlo correttamente, consulta successivamente per ogni parola il dizionario dei sinonimi e contrari. Inserisci a fianco di ogni termine scritto nella rubrica, qualche sinonimo e qualche contrario. Ogni settimana aggiungi anche 2 termini di cui non conosci il significato, magari letti o sentiti, anche qui aggiungi a fianco il significato. Il passo successivo e più importante è quello di consultare spesso la rubrica, in modo da memorizzarli facilmente. Io ad esempio la consulto nei tempi di attesa per l’autobus, per gli uffici, le poste, i supermercati. Una volta memorizzati i termini sarà del tutto automatico utilizzarli.

Copyright Upperpad 2018
Shale theme by Siteturner