Come Preparare Profumo in Casa

Perché devi spendere un sacco di soldi in profumeria, quando puoi farti il tuo profumo personale nella tranquillità di casa tua? Non è difficile e nemmeno costoso: ti servono solo degli oli essenziali (reperibili in erboristeria), dell’alcool o dell’olio di jojoba o dell’acqua distillata.

Procurati una vecchia boccetta vuota di profumo, di almeno 9 ml di capienza. Aggiungi almeno 10 gocce del tuo profumo preferito sotto forma di olio essenziale, aggiungi 9 ml di alcool, chiudi la bottiglietta e agita il tutto. Ecco il profumo bello e fatto! Se l’alcool ti irrita, sostituiscilo pure con l’olio di jojoba. Se per caso vuoi farti un’acqua profumata, sostituisci l’alcool con l’acqua distillata.

Ecco qualche ricetta che ho provato per farmi un profumo fresco: 7 gocce di olio essenziale di pompelmo, 6 gocce di olio essenziale di arancio, 1 goccia di olio essenziale di verbena, 1 goccia di olio essenziale di rosa, 1 goccia di olio essenziale di ylang-ylang, 2 gocce di olio essenziale di gelsomino, 3 gocce di olio essenziale di sandalo.

Questa ricetta, invece, è per un profumo più fruttato: 4 gocce di olio essenziale di mandarino verde, 4 gocce di olio essenziale di pompelmo, 4 gocce di olio essenziale di mimosa, 4 gocce di olio essenziale di mirto, 4 gocce di olio essenziale di cedro, 4 gocce di olio essenziale di zenzero. Ti consiglio di fare tante prove e di aggiungere le gocce di olio essenziale poco alla volta, in modo che tu non faccia un profumo troppo forte.

Come Preparare Liquore al Caffè

A voi la ricetta per fare un ottimo liquore al caffè. Personalmente lo uso per correggere il caffè e per bagnare il Pan di Spagna o una torta perché è un po’ forte, ma lo puoi bere tranquillamente (ma con moderazione), anche perché è un ottimo digestivo.

Occorrente
250 gr di alcool per liquori
250 gr di acqua
100 gr di caffè macinato finissimo
300 gr di zucchero
250 gr di acqua

Prendi un coltello, incidi e apri il baccello di vaniglia, ma non lo sfregare. Versa in un contenitore di vetro a chiusura ermetica precedentemente sterilizzato il caffè, l’acqua e il baccello di vaniglia. Per ultimo, versaci il liquore. Chiudi ermeticamente il contenitore, agitalo per bene e mettilo in un luogo fresco e asciutto per otto giorni, senza agitarlo.

Una volta trascorsi gli otto giorni, prendi il contenitore e filtra il preparato. Ti sconsiglio di usare un batuffolo di cotone nell’imboccatura dell’imbuto, in quanto il caffè farà da tappo: meglio che ti procuri un fazzoletto da mettere in un colino a maglie fitte. Prepara uno sciroppo di zucchero: personalmente faccio sciogliere a freddo lo zucchero nell’acqua, mescolando energicamente, poi lo metto sul fuoco fino a farlo bollire (non deve cambiare colore, al massimo deve diventare giallino).

Aspetta che lo sciroppo si raffreddi completamente e aggiungilo al liquore. Mescola bene il tutto e imbottiglialo. Prima di usarlo bisogna aspettare 25 giorni. Se vuoi farlo per berlo, raddoppia le dosi per fare lo sciroppo di zucchero, se vuoi mantenere queste dosi, usalo solo per correggere il caffè o per fare qualche dolce.

Come Preparare Crema per la Pelle al Miele

Per risanare un’epidermide molto secca o particolarmente provata o stressata puoi fare in casa tua una crema al miele altamente nutriente e ridensificante. Gli ingredienti per la sua preparazione li puoi trovare, come sempre, semplicemente in cucina e in pochi attimi avrai a tua disposizione gli stessi benefici di una crema costosa. Prova!

Per preparare a casa tua in pochi istanti una crema davvero nutriente non devi fare altro che filtrare l’albume di un uovo e, in una ciotolina di vetro o ceramica, montarlo a neve con un frustino o i denti di una forchetta. Quando l’albume sarà perfettamente montato, aggiungi gradatamente 10 ml di olio di mandorle dolci e un cucchiaino di miele d’acacia.

Mescola il composto con cura fino a che non risulta completamente omogeneo, quindi versalo in un piccolo contenitore di vetro, come un vasetto che conteneva marmellata ad esempio e, con il tappo ben chiuso, conserva questa crema in frigorifero per sei, sette giorni. Per l’applicazione si consiglia di spalmarne un poco sul viso, sul collo con massaggi circolari dal basso verso l’alto.

Inoltre, si consiglia di applicare questa crema solamente la sera e di adoperarla, se volete anche su altre parti del corpo particolarmente bisognose di nutrimento, come ad esempio i gomiti, le ginocchia ed il seno, ma, se volete, potete aumentare i dosaggi e utilizzarla anche per il corpo se avete una pelle molto secca e/o irritabile. Dopo una settimana di cura ti accorgerai dei risultati: la tua pelle risulterà davvero più elastica e luminosa.

Come Decorare uno Scadenzario di Carta di Riso

Per realizzare un originale e colorato scadenzario, fatto con carta di riso e decori stampati su tovagliolo, occorre semplicemente leggere le istruzioni riportate in questa guida. Si tratta di creare un oggetto utile e creativo, seguendo il rapido procedimento qui descritto.

Occorrente
Scadenzario
Matita
Righello
Colla
Forbici
Tovaglioli con decori stampati
Nastro adesivo
Foglio biadesivo
Microperline
Carta di riso colorata
Nastro colorato
Taglierino

Per iniziare sul foglio biadesivo bianco la sagoma del vostro scadenzario, quindi calcolate circa 1,5 cm in più per il rivestimento. Dopo di ciò, riportate con la matita morbida, le varie misure sopra un foglio di carta di riso colorato, del colore che preferite. Proseguite eliminando la parte colorata del foglio biadesivo, e dopo attaccatela sulla carta di riso.

A questo punto, eliminate il supporto di carta dal biadesivo e attaccate con cura e precisione il foglio di carta di riso sopra il cartone. Poi ripiegate la carta sui bordi, schiacciate gli angoli, e sul lato alto del vostro scadenzario, con le forbici praticate vari tagli e rigirate i pezzi di carta verso l’interno. Allo stesso modo fate l’altra facciata di carta.

Per completare, al centro in alto, di ogni foglio di carta, fate un foro sul quale inserire il nastro di raso colorato, fissandolo col nastro di carta dall’interno. Per finire, decorate il vostro oggetto di carta, ritagliando i decori stampati su tovaglioli. Proseguite attaccando i vari decori e stendendo sopra le microperline. Infine, con la colla a caldo fissate i vari decori e lasciate asciugare. Buon lavoro.

Come Decorare Anfora di Terracotta

Tante volte ci capita di avere in casa degli oggetti datati che non utilizziamo perché troppo “anonimi”. Magari li conserviamo in qualche mobile o in uno scantinato. A volte li buttiamo perché ingombranti e inutili. Io ho pensato di recuperare un’anforetta che avevo comprato tempo fa, semplicemente colorandola con acrilici e valorizzandola con un classico lucidante per ceramica.

Iniziamo pulendo con un panno umido l’oggetto che dobbiamo trattare. Facciamo asciugare e iniziamo a lavorarci sopra. E’ bene ricordare che se la terracotta è molto rovinata (porosa, sbeccata, ecc.) bisogna passare un po’ di cementite o semplicemente della pasta sintetica che asciuga all’aria per pareggiare le imperfezioni.

Stabilisci il disegno che vuoi fare e inizia. Io ho scelto di dare due colori opposti: bianco e verde con elementi gialli e decorazioni verdi sullo sfondo bianco. Per dividere l’anfora in settori circolari puoi aiutarti con del nastro carta coprendo la parte superiore e inferiore che non vuoi dipingere, in modo che resti scoperta solo la parte centreale. Passa una mano di acrilico bianco e, se necessario, una seconda per coprire completamente lo sfondo. Lascia asciugare per circa 15 minuti.

Togli il nastro carta e inizia a dipingere col verde la parte superiore e inferiore. Intanto che asciugano, puoi decorare lo sfondo bianco precedentemente realizzato utilizzando un pennello a punta fine e creando un disegno stilizzato che riempia un po’ gli spazi. Fatto questo decora con la punta di una matita lo spazio verde, creando dei cerchietti. Lascia asciugare e lucida il tutto. La tua anforetta è pronta per contenere acqua che resterà sempre fresca

Copyright Upperpad 2019
Shale theme by Siteturner